Perché si fanno sogni strani dopo aver bevuto, secondo la scienza

Occasione, mi piace rilassarmi la sera sorseggiando del buon bourbon – ma l’esperienza mi ha insegnato che devo stare attento ai tempi. Se bevo troppo vicino all’ora di andare a letto, entro ed esco dal sonno, saltando da un sogno intenso e bizzarro all’altro. A quanto pare, non sono solo, come dimostra la pletora di thread di Reddit dedicati all’argomento. Ma perché l’alcol sembra dare sogni strani?

Iniziamo con un po’ di medicina del sonno 101: il tuo corpo attraversa quattro fasi del sonno – le fasi da 1 a 3, e il movimento rapido degli occhi, o REM, il sonno – circa tre o quattro volte a notte, secondo la Michigan Medicine. Il sonno leggero avviene durante le fasi 1 e 2, dice Kelli Janata, uno specialista di medicina del sonno e pneumologo presso UCHealth Sleep Medicine Clinic a Longmont, Colorado, mentre il sonno profondo si verifica durante la fase 3. La maggior parte dei sogni avviene durante il sonno REM, secondo Michigan Medicine. Tuttavia, come sottolinea la Harvard Medical School, tendiamo a dimenticarne molti.

Forse ti sei versato un bicchierino, pensando che l’alcol ti avrebbe aiutato a dormire – ma questo è vero solo in parte. Sì, l’alcol ha effetti sedativi, che possono farti addormentare più velocemente. “Durante la prima metà della notte, si va nella fase 3 più velocemente”, dice Janata a Mic.

A livello molecolare, l’alcol aumenta i livelli di un neurotrasmettitore chiamato acido gamma-amminobutirrico, o GABA, che aumenta le tre fasi del sonno non-REM e sopprime il sonno REM, almeno per iniziare, spiega Janata. Quando l’alcol si esaurisce verso la metà della notte, però, i livelli di GABA scendono, diminuendo il sonno non-REM e aumentando il sonno REM, un fenomeno noto come REM rebound. Nel frattempo, l’alterazione dei neurotrasmettitori può rendere il sonno frammentato, causando risvegli periodici.

milos-kreckovic/E+/Getty Images

Ricorda che il tuo ciclo attraverso le quattro fasi del sonno un paio di volte a notte, il che significa che dopo aver finito il sonno REM, si inizia di nuovo con lo stadio 1. Ma ora, dato che stai passando così poco tempo nel sonno leggero, non-REM, così tanto tempo a sognare nel sonno REM, e ti stai svegliando di tanto in tanto, è più probabile che tu ti risvegli dai sogni intensi, dice Janata. “Galleggerai dentro e fuori da sogni molto vividi, e potresti ricordarli di più”.

In altre parole, l’alcol non può essere tecnicamente incolpato dei tuoi sogni strani. Tuttavia, frammenta il tuo sonno in modo che è più probabile che tu ricordi i tuoi sogni. Inoltre, è importante notare che tutto questo viene con un grande avvertimento: la scienza dei sogni è oscura, il che significa che gli esperti sono limitati in quanto possono spiegare perché sogniamo come facciamo.

Anche se Janata non incoraggia a bere, se si sceglie di bere la sera, si può evitare di inciampare nella corsia degli incubi limitandosi a un drink con la cena intorno alle 18:00 – cioè un po’, e abbastanza presto in modo da non disturbare il sonno. “Quello con cui i pazienti si mettono nei guai è appoggiarsi all’alcol come una stampella per addormentarsi”, dice Janata.

Non rendendosi conto che il loro alcol sta peggiorando la qualità del loro sonno, si basano su di esso ancora di più e bere caffeina o pisolino per aiutarli a rimanere in piedi durante il giorno, ulteriormente incasinato con il loro ciclo sonno-veglia. In altre parole, si può godere il ronzio rilassante, saltando i sogni strani di livello successivo e il grogginess del mattino successivo, se si è consapevoli e pianificare in anticipo.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.