Museums Joining the Mental Health Conversation

I problemi di salute mentale colpiranno una persona su quattro in tutto il mondo, ad un certo punto della loro vita. Le persone di tutto il mondo convivono con condizioni come la depressione e l’ansia. Ci può essere molto stigma e stereotipi negativi intorno al tema dei problemi di salute mentale. È un termine di ampio respiro che può coprire molte condizioni diverse. Per esempio, disturbo bipolare, ansia e attacchi di panico, schizofrenia, PTSD, OCD e altro. Le persone che vivono con problemi di salute mentale possono affrontare la discriminazione. Possono anche trovare alcuni aspetti della vita più difficili.

Secondo la National Alliance on Mental Illness (NAMI) molte persone in America sono affette da condizioni di salute mentale. Circa un adulto su cinque negli Stati Uniti sperimenta la malattia mentale in un dato anno. Si tratta di circa 43,8 milioni di persone, o il 18,5% della popolazione. Un adulto su 25 negli Stati Uniti sperimenta una malattia mentale grave in un anno. Questo significa una condizione che ha un impatto significativo sulle attività della vita di un individuo. Coinvolgendosi nella conversazione sulla salute mentale, i musei possono aiutare ad affrontare lo stigma. Possono anche lavorare per migliorare la salute e il benessere delle persone.

Musei che aumentano la consapevolezza dei problemi di salute mentale

Molti paesi del mondo hanno ora date di consapevolezza della salute mentale nei loro calendari. È importante che i musei segnino questi eventi di sensibilizzazione. Sono un’utile opportunità per evidenziare il problema della salute mentale e per avviare conversazioni.

Nel 2018, il Science Museum of Minnesota ha segnato la settimana della consapevolezza della salute mentale con una serie di eventi. Il museo ha presentato una mostra chiamata Mental Health: Mind Matters. La mostra interattiva presentava storie personali di persone che vivono con problemi di salute mentale. Inoltre, i visitatori potevano “distruggere” le loro preoccupazioni in un tritatutto. Potevano anche partecipare a un quiz sulle idee sbagliate sulla salute mentale. I membri del personale del NAMI hanno ospitato workshop e discussioni come parte del programma della settimana. Il museo ha detto che gli eventi hanno iniziato un discorso importante. Sono stati “progettati per facilitare la conversazione, favorire la comprensione e fare spazio alla guarigione.”

Per la Giornata Mondiale della Salute Mentale nel 2015, la Tate Modern di Londra ha tenuto un’interessante giornata di workshop e installazioni. Flight è stato un evento creativo prodotto in collaborazione con sei organizzazioni di arti e salute mentale. La giornata è stata progettata per essere accessibile a tutte le età. Le attività includevano un’introduzione all’animazione e un laboratorio di origami. I visitatori potevano creare le loro farfalle ad acquerello. Hanno anche potuto esplorare i temi del volo e del rifugio.

Arteterapia e salute mentale

L’arteterapia è un modo creativo per affrontare i problemi di salute mentale. I partecipanti usano l’arte per esplorare i loro sentimenti. È una tecnica che può essere usata con una varietà di età diverse per esplorare e trattare una serie di condizioni.

Art Shed è un corso d’arte tenuto nella M Shed di Bristol. Il pubblico è costituito da persone con problemi di salute mentale di basso livello. Per esempio, ansia o depressione. Le persone che partecipano al corso possono avere qualsiasi età, dagli adolescenti ai pensionati. I partecipanti si incontrano nel museo in un giorno in cui è chiuso al pubblico. Questo significa che si sentono parte di un club speciale. Uno ha detto: “Mi sento parte di qualcosa con cui normalmente non avrei un legame. Sento davvero di avere una connessione con l’edificio ed è come una specie di privilegio”. La frequenza è flessibile, il che significa che se le persone non se la sentono di venire ogni settimana, sono ancora in grado di partecipare. I partecipanti sono liberi di lavorare ai propri progetti artistici. Ogni settimana vengono esplorate nuove tecniche come la stampa a lino e la piegatura della carta. Gli studenti di psicologia della vicina University of the West of England hanno valutato il corso. Hanno trovato che “l’umore dei partecipanti era aumentato durante i workshop e i partecipanti erano più positivi e più energici.”

Progetto di salute mentale di MShed

MShed sta usando la terapia dell’arte per affrontare i problemi di salute mentale

Il 2gether NHS Foundation Trust ha preso un approccio più strutturato con il suo recente studio sulla psicoterapia artistica e i musei. Un gruppo di psicoterapeuti dell’arte del NHS ha fornito un programma per adulti di età compresa tra i 18 e i 25 anni. Il corso si è svolto in due musei di Gloucester per 18 settimane. Durante le sessioni di 90 minuti, i membri hanno lavorato su progetti artistici basati sulle loro reazioni al museo. Sono stati invitati a esplorare e a trovare pezzi con cui potevano connettersi. Il lavoro si è svolto in uno spazio privato all’interno del museo. Le sessioni si sono concluse con un lavoro di riflessione di gruppo. Alison Coles è uno degli psicoterapeuti dell’arte che è stato coinvolto nel progetto. Spiega che i partecipanti “si sono sentiti meno definiti dalle loro difficoltà di salute mentale perché le sessioni non erano tenute in locali del NHS.”

Salute mentale e benessere dei giovani

Yorkshire Sculpture Park sta lavorando per affrontare i problemi di salute mentale

Yorkshire Sculpture Park, UK

I giovani possono essere a rischio di sviluppare problemi di salute mentale. Gli adolescenti spesso affrontano molta pressione. Questa può essere la pressione per inserirsi, per fare bene nei loro studi, o per trovare il loro posto nel mondo e stabilire la propria identità. Questo può portare ad ansia, depressione, stress e problemi di immagine corporea.

Dal 2012 al 2015, lo Yorkshire Sculpture Park ha lavorato con My Artistic Voice. Insieme hanno realizzato un progetto chiamato Breathing Space. Era un progetto artistico terapeutico che lavorava con giovani vulnerabili. Si sono riuniti settimanalmente al parco delle sculture, che è servito come uno spazio sicuro per loro per lavorare su progetti artistici. Il programma includeva l’interazione con l’aria aperta, l’arte e attività di benessere generale. La fiducia dei partecipanti è migliorata nel corso del progetto. Tanto che hanno voluto esporre alcuni dei loro lavori al pubblico. La mostra che ne è risultata si chiamava I Made That From Scratch. Alcuni membri del gruppo hanno parlato del loro lavoro al pubblico e hanno descritto come li ha fatti sentire. Molti dei partecipanti hanno descritto un senso di orgoglio e di valore come risultato del progetto.

Un altro progetto del Regno Unito ha lavorato con giovani che erano fuori dalla scuola a causa di una malattia. Era una partnership tra la Whitworth Art Gallery, le Manchester Hospital Schools e l’Home Teaching Service. Il progetto era pensato per coinvolgere i bambini nelle arti e nella cultura. Hanno potuto visitare e interagire con la galleria. Gli alunni della Royal Manchester Children’s Hospital School e del Leo Kelly Centre sono andati alla Whitworth Art Gallery per 16 settimane. Hanno partecipato a workshop su molti argomenti diversi, dalla poesia alla stampa. Hanno anche lavorato con gli artisti per creare le loro opere. Questi sono stati usati per trasformare l’aspetto della Galaxy House, l’unità di salute mentale dei giovani all’interno dell’ospedale. Attraverso questo progetto, i residenti dell’unità hanno avuto una mano diretta nel renderla un luogo più accogliente e vibrante.

I risultati del progetto sono stati positivi. Molti bambini si sono impegnati nel progetto e hanno mostrato un maggiore benessere. Un rapporto OFSTED sulla scuola dell’ospedale ha rilevato che “la comprensione sociale, morale, spirituale e culturale degli alunni è ben promossa, in particolare attraverso la loro recente inclusione in un nuovo progetto che collega le arti, i media e i musei con la salute mentale e il benessere.”

Progetti comunitari nei musei

Le persone che hanno problemi di salute mentale possono spesso sentirsi isolate. I gruppi e i progetti della comunità possono essere un modo eccellente per combattere questo fenomeno. Le attività di gruppo permettono alle persone di connettersi con altri che stanno vivendo un’esperienza simile. Questo può aiutare a farli sentire meno soli.

Il Museo e i Giardini Horniman di Londra lavorano con organizzazioni partner e gruppi comunitari per promuovere una buona salute mentale. Un progetto recente è una collaborazione con SLaM NHS Trust Recovery College. Il museo ha fornito una formazione in modo che i membri del gruppo potessero lavorare insieme per creare scatole di scoperta. Questi sono mini-musei in una scatola, composti da oggetti delle collezioni del museo. I partecipanti erano responsabili di decidere un tema. Erano liberi di scegliere quali pezzi usare come parte delle scatole. Lavorare al progetto è stata un’esperienza positiva per il gruppo. Inoltre, il risultato è stato una nuova risorsa che i futuri visitatori del museo possono utilizzare. Georgina Kettlewell è responsabile dell’apprendimento al museo. Dice che è importante per il museo rispondere ai bisogni e ai desideri del suo pubblico e della comunità locale.

Esplorare la salute mentale

Ci sono molte idee sbagliate e stereotipi che circondano le condizioni di salute mentale. I musei possono aiutare a contrastarli esaminando l’argomento. Possono invitare i visitatori a esplorare il tema della salute mentale in modo più dettagliato. Un modo per farlo è attraverso mostre ed eventi.

Nel 2018, il Museum of Science di Boston ha tenuto una mostra chiamata Many Faces of Our Mental Health. L’idea alla base della mostra era quella di sfidare parte dello stigma che circonda i problemi di salute mentale. Ha fatto il punto sul fatto che non c’è un solo tipo di persona che è il volto della malattia mentale. Può colpire persone di qualsiasi età, sesso o razza. Una parte fondamentale della mostra era un muro di foto con 99 ritratti. Un terzo di questi erano persone che avevano sperimentato la schizofrenia. Un terzo erano persone che avevano sperimentato il disturbo bipolare. E l’ultimo terzo era costituito da ritratti delle persone che li amano.

Un museo britannico è dedicato al tema della salute mentale. Il Bethlem Museum of the Mind è stato aperto nel 2015, nei terreni del Bethlem Royal Hospital. Contiene una collezione di arte, archivi e oggetti. Questi sono legati alla storia della salute mentale e del trattamento. Registra le esperienze delle persone con condizioni di salute mentale nel corso della storia. Celebra anche i risultati delle persone che hanno problemi di salute mentale. L’artista Grayson Perry ha aperto ufficialmente il museo. Ha detto: “L’arte non dovrebbe essere vista solo come una cultura visiva, ma come un processo umano essenziale di auto-esplorazione e comunicazione. Il lavoro che la galleria e il museo fanno è di vitale importanza e creerà un’eredità per la comprensione della salute mentale per gli anni a venire.”

La salute mentale è importante per tutti

I progetti e le mostre che esplorano la salute mentale hanno effetti positivi. Non solo per gli individui, ma per i musei stessi e le comunità che servono. Un partecipante al progetto del Museo Horniman con il SLaM Recovery College ha detto di aver sentito dei benefici personali. Ma oltre a questo, hanno anche apprezzato l’opportunità di aiutare gli altri come risultato. I musei possono aiutare le persone a sentire una connessione con la loro comunità. Interagire con gli altri attraverso le arti e la cultura può aiutare le persone a liberarsi dall’isolamento che le condizioni di salute mentale possono causare. Un membro del progetto Art Shed di M Shed ha detto: “Ti senti come collegato al centro di Bristol. Sai di avere una connessione, mentre con la depressione ci si può sentire molto isolati. Sei nel mondo reale dove tutto sta accadendo.”

Quando si rendono possibili conversazioni aperte e oneste sui problemi di salute mentale, tutti ne possono beneficiare. I musei sono considerati spazi sicuri dove tutti sono benvenuti. Pertanto, sono un luogo ideale per queste conversazioni. Il benessere mentale è importante per la salute tanto quanto il benessere fisico. Non dovrebbe essere trascurato o emarginato.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.