Menù primario

Per coloro che soggiornano per periodi più lunghi o che fanno trekking attraverso l’Egitto può essere necessaria un’ulteriore protezione contro malattie come la rabbia, la meningite e l’epatite B. I viaggiatori dovrebbero prenotare la loro consultazione iniziale per le vaccinazioni per l’Egitto almeno 4 – 6 settimane prima della loro partenza dall’Irlanda.

W.H.O. segnala la trasmissione della malaria in alcune zone dell’Egitto. La profilassi della malaria può essere raccomandata in alcune circostanze.

Un numero significativo di turisti che visitano l’Egitto soffre di disturbi allo stomaco. In molti casi ciò è dovuto al consumo di cibo nei mercati o all’uso dell’acqua del rubinetto dell’hotel per bere o lavarsi i denti. Il clima più caldo del paese e il livello più basso di igiene alimentare lasciano il turista incauto particolarmente a rischio. Le insalate e i pasti a base di crostacei dovrebbero essere particolarmente evitati.

I fiumi d’acqua dolce dell’Egitto sono comunemente infettati da una malattia chiamata Schistosomiasi (Bilharzia). Questo parassita penetra attraverso la pelle intatta e può causare significativi problemi di salute. I viaggiatori sono incoraggiati a nuotare solo nel Mediterraneo, nel Mar Rosso o in piscine ben tenute per evitare l’esposizione.

Le temperature ambientali in Egitto possono essere molto alte e i turisti sono spesso esposti alla forte luce del sole durante il loro tempo in Egitto. È essenziale mantenere un adeguato apporto di liquidi (molto più alto che a casa) e che i viaggiatori ricordino che potrebbero aver bisogno di aumentare l’assunzione di sale (se questo non è controindicato a causa di malattie cardiache o della pressione sanguigna). I bambini piccoli e gli anziani sono particolarmente a rischio.

Si prega di ricordare sempre che ogni viaggiatore è diverso e quindi informazioni specifiche individuali richiederanno una consultazione medica.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.