La personalità e il ministero dello Spirito Santo

Maggio 23, 2015 Di Brian Dembowczyk

La personalità e il ministero dello Spirito Santo

Mia moglie ed io ci sentiamo spesso come se non prestiamo tanta attenzione al nostro figlio maggiore, Joshua, come dovremmo. Per vari motivi, nostra figlia, Hannah, e il nostro figlio più giovane, Caleb, finiscono per ricevere un bel po’ del nostro tempo e della nostra attenzione e sembra che Joshua sia solo lì nell’ombra.
Penso che lo stesso si possa dire di come la maggior parte dei seguaci di Cristo interagisce con la Trinità. Parliamo e pensiamo a Gesù e a Dio Padre abbastanza spesso (come è giusto che sia), ma non parliamo e pensiamo allo Spirito Santo quasi altrettanto spesso.
E in quelle rare volte in cui parliamo dello Spirito Santo, non ne parliamo correttamente. È comune sentire adulti, studenti e bambini riferirsi allo Spirito Santo come “esso” e parlare dello Spirito come se “esso” fosse una forza impersonale simile alla “forza” nella saga di Star Wars. Ma lo Spirito non è un “esso”. Egli è davvero un “Lui”. Ed Egli è pienamente Dio e altrettanto importante quanto il Padre e il Figlio.
Perché ti prepari a insegnare la sessione di questa settimana, “Lo Spirito Santo è venuto” (Atti 2:1-42), potresti trovare utile questa breve introduzione sulla personalità e il ministero dello Spirito Santo.

La personalità dello Spirito Santo

Quando diciamo la “personalità” dello Spirito Santo, intendiamo dire che lo Spirito Santo è una persona, non un oggetto impersonale.
1) Lo Spirito Santo possiede gli attributi della personalità
La definizione base della personalità è la presenza di intelletto, emozione e volontà. In altre parole, una persona pensa, sente e prende decisioni. Lo Spirito Santo supera questa triplice prova.

  • Intelletto (Romani 8:27, 1 Corinzi 2:10-11)
  • Emozione (Efesini 4:30)
  • Volontà (Atti 16:6-7, 1 Corinzi 12:11)

2) Le opere dello Spirito Santo confermano la Sua personalità
Discuteremo le opere dello Spirito Santo più in profondità tra un minuto, ma per ora notate che ciò che Egli fa rivela gli attributi della personalità. Gli oggetti impersonali non fanno quanto segue:

3) L’interazione dello Spirito Santo con le persone conferma la Sua personalità
Anche i modi in cui lo Spirito Santo interagisce con le persone rivelano gli attributi della personalità.

Il ministero dello Spirito Santo

1) La creazione
Come il Padre e il Figlio, lo Spirito Santo fu coinvolto nella creazione dell’universo. (Genesi 1:2, Salmo 33:6, Giobbe 33:4)
2) Rivelazione e Ispirazione delle Scritture
Lo Spirito Santo ha adombrato gli scrittori delle Scritture per assicurare che essi producessero una Bibbia inerrante – la vera Parola di Dio. (2 Samuele 23:2-3, Giovanni 14:26, Giovanni 16:13-14, Atti 4:24-25, 1 Corinzi 2:13, 2 Pietro 1:21 cf: Atti 27:15,17)
3) Rigenerazione dei credenti
Rigenerazione significa dare vita. Lo Spirito Santo dà nuova vita ai credenti. (Giovanni 3:5-7, Tito 3:5)
4) Battezzare i credenti
Questo avviene istantaneamente e automaticamente al momento della conversione e non ha niente a che fare con il battesimo in acqua. Questo battesimo è l’unione di tutti i credenti in unione tra di loro e soprattutto con Cristo. (Romani 6:3-5, 1 Corinzi 12:13, Galati 3:27-28)
5) Sigillo dei credenti
Come il battesimo, anche questo avviene istantaneamente e automaticamente al momento della conversione. Il suggellamento dello Spirito garantisce la salvezza e la speranza futura del cielo. In un certo senso, il suggellamento dello Spirito ci segna come un possesso che ora appartiene a Dio. Pensate al sigillo di cera reale di un re impresso dal suo anello con sigillo. In un altro senso, il suggellamento dello Spirito serve come un acconto o pegno che Dio sta per restituire per ciò che è suo. (2 Corinzi 1:22, Efesini 1:13, Efesini 4:30)
6) L’inabitazione dei credenti
Ancora una volta, l’inabitazione dello Spirito avviene istantaneamente e automaticamente al momento della conversione. Ora, al di qua della croce, questa presenza dello Spirito è permanente. (Giovanni 7:37-39, Giovanni 14:16, Romani 8:9, Giuda 19)
7) Riempimento dei credenti
A differenza del battesimo, del suggellamento e della presenza dello Spirito, il riempimento dello Spirito è condizionale e non permanente (ma è ripetibile). Il riempimento è solo per i credenti dopo il punto di conversione e riguarda il credente che è controllato dallo Spirito. La Bibbia non comanda da nessuna parte il battesimo dello Spirito, il suggellamento o l’inabitazione, ma comanda il riempimento. (Efesini 5:18)
8) Intercedere per i credenti
Come Cristo, lo Spirito Santo è il nostro avvocato davanti a Dio. (Romani 8:26)
9) Guidare i credenti
Uno dei titoli dello Spirito Santo è Paraclito che significa “uno chiamato accanto per aiutare”. Lo Spirito è dato per aiutare e guidare i credenti – o per consigliarli. (Giovanni 14:16)
10) Produrre Frutto
Questo frutto – carattere interno che risulta in un comportamento esterno che glorifica Dio, è prodotto nel credente ceduto dallo Spirito Santo, non dal credente stesso. Ecco perché è il frutto dello Spirito e non il frutto del cristiano. (Galati 5:22-23)
In che modo hai insegnato ai tuoi figli lo Spirito Santo o quali domande hai incontrato su chi è e cosa fa? Lascia un commento qui sotto.
Ecco un ulteriore aiuto per i dirigenti che si stanno preparando per la sessione del 31 maggio 2015 (Unità 33, Sessione 6) di The Gospel Project for Kids.
Brian Dembowczyk è il team leader di The Gospel Project for Kids. Ha servito nel ministero della chiesa locale per oltre 16 anni prima di arrivare a Lifeway nel 2014. Brian ha conseguito un M.Div. presso il Seminario Teologico Battista del Sud e un D.Min. presso il Seminario Teologico Battista di New Orleans. Brian, sua moglie Tara e i loro tre figli – Joshua, Hannah e Caleb – vivono a Murfreesboro, TN, dove Brian si diverte a bere caffè e a insegnare ai bambini di 1-3 anni alla City Church.

Brian Dembowczyk

Brian Dembowczyk è il Managing Editor e Kids Team Leader di The Gospel Project e autore di “Gospel-Centered Kids Ministry” e “Cornerstones: 200 domande e risposte per imparare la verità”. Prima di arrivare a Lifeway, Brian ha servito nel ministero della chiesa locale per diciassette anni, occupandosi di famiglia, discepolato e ministero pastorale. Brian ha conseguito un D.Min. presso il Seminario teologico battista di New Orleans e un M.Div. presso il Seminario teologico battista del Sud, e attualmente sta conseguendo un dottorato presso il Seminario teologico battista del Midwest. Brian, sua moglie Tara e i loro tre figli, Joshua, Hannah e Caleb, vivono a Murfreesboro, Tennessee.

” Tutti i messaggi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.