Il figlio della coppia nel caso delle spie riceve denaro dal tribunale

Plato Cacheris, l’avvocato del signor Ames, ha detto di essersi opposto all’ordine come una violazione del diritto contro l’autoincriminazione perché “ci richiede di riconoscere la proprietà di quei conti, e noi non siamo preparati a farlo.”

Il signor Cummings ha detto alla corte che la madre della signora Ames, Cecilia Dupuy de Casas, ha pianificato di portare il figlio degli Ames, Paul, nella sua patria, la Colombia, questa settimana in modo che potesse evitare la pubblicità del caso.

Un pubblico ministero, l’assistente procuratore degli Stati Uniti Mark J. Hulkower, ha sostenuto che un conto bancario al Banco Internacional de Colombia a Bogotà era una fonte appropriata di sostegno per il figlio degli Ames perché il Federal Bureau of Investigation aveva scoperto che la coppia aveva trasferito 110.000 dollari su di esso da un conto bancario svizzero dall’ottobre 1987 al dicembre 1990.

Gli Ames non sono apparsi in tribunale oggi.

Il sig. Cummings ha detto che lui e il sig. Cacheris erano in attesa delle autorizzazioni di sicurezza per poter esaminare i documenti classificati che la coppia è accusata di aver passato ai russi. Un agente dell’F.B.I. ha testimoniato che più di 100 cavi classificati della C.I.A. e documenti che il sig. Ames non era autorizzato ad avere sono stati trovati in una perquisizione del suo ufficio della C.I.A. e del suo computer di casa.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.