Does Naltrexone Help With Alcohol Problems?

naltrexone alcol

naltrexone alcol

Gli impianti di naltrexone sono l’ultima parola d’ordine nel trattamento della dipendenza da oppiacei e spesso percepiti come un giubbotto antiproiettile per combattere la dipendenza attiva. Ma il naltrexone aiuta con i problemi di alcol? Gli impianti di naltrexone funzionano davvero e cosa sono?

Il naltrexone è un farmaco sintetizzato che blocca gli effetti degli oppiacei. Oltre a trattare l’eroina e la dipendenza da oppiacei, blocca anche gli effetti dell’alcol e quindi si è dimostrato utile nel trattamento dell’alcolismo.

Naltrexone è un antagonista degli oppiacei che non ha effetti psicoattivi quando viene somministrato. Viene usato come trattamento di prevenzione delle ricadute e inserito sotto la pelle come un impianto. L’impianto è a lento rilascio, il che significa che non c’è bisogno di farmaci giornalieri.

Il naltrexone può essere inserito solo dopo aver completato una disintossicazione completa dall’alcol o dagli oppiacei e deve essere usato come parte di un programma di recupero completo affinché l’individuo ne tragga pieno beneficio.

Quanto durano gli impianti di naltrexone

Una volta inserito, un impianto di naltrexone rilascia dosi terapeutiche di farmaci per circa 6 mesi. Per alcuni individui, possono ritenere che questo tempo sia sufficiente per consolidare il loro recupero. Altri possono optare per ulteriori impianti in quanto sono confortati dalla rassicurazione che fornisce.

Statisticamente, la maggior parte delle ricadute nella droga e nell’alcol si verificano entro i primi due anni di sobrietà, dopo di che calano drasticamente. Questo è da prendere in considerazione, specialmente se sei un individuo che ha sofferto di ricadute multiple in precedenza.

Se una persona beve alcol o prende un oppiaceo mentre ha un impianto di naltrexone, non sarà in grado di ubriacarsi o sballarsi. La voglia di bere o di prendere più droghe si riduce anche perché il naltrexone blocca gli effetti euforici delle sostanze lavorando sul cervello.

Perché la terapia è necessaria per assicurare che il naltrexone funzioni

Il naltrexone non è una cura magica per l’alcolismo o la tossicodipendenza; è un trattamento di prevenzione delle ricadute. La dipendenza non può essere curata, ma può essere trattata. Una volta che l’alcol o le droghe sono stati rimossi in modo sicuro attraverso una disintossicazione medica, è essenziale che l’aspetto psicologico di questa malattia pericolosa per la vita (la dipendenza) sia affrontato in modo completo.

Gli individui che usano alcol e droghe per sfuggire a se stessi e ai loro problemi devono imparare a gestire le loro emozioni e vivere una vita sobria. Prima di smettere con l’alcol o le droghe, tutto il loro mondo ruotava intorno all’ottenimento e all’assunzione della prossima bevanda o droga.

Un programma di recupero terapeutico affronta tutti gli aspetti dell’essere dell’individuo e aiuta a portare un enorme cambiamento nel pensiero e nella prospettiva. Abbiamo scoperto che questo è necessario per mantenere il recupero dalla dipendenza a lungo termine.

La dipendenza si manifesta in schemi di pensiero disfunzionali e ossessivi che sono alleviati solo assumendo un drink, una droga o impegnandosi in un certo comportamento. Questo è il motivo per cui la terapia professionale e i trattamenti basati sull’evidenza sono necessari. Essi portano alla luce e curano le cause alla radice della dipendenza, oltre a fornire all’individuo una “cassetta degli attrezzi” per il recupero.

Sottoponendosi a un programma intensivo di riabilitazione da droghe o alcol, l’individuo imparerà modi provati di cambiare il proprio pensiero e di gestire le proprie emozioni. Gli viene anche insegnato come rimanere responsabile delle proprie azioni e imparare dai propri errori.

Può il naltrexone funzionare senza riabilitazione?

naltrexone alcol

naltrexone alcol

Se un individuo non si sottopone alla riabilitazione per la dipendenza, può potenzialmente causare altrettanti danni a se stesso e alla propria vita attraverso comportamenti malsani. Si può arrivare ad un punto in cui pensano che il recupero sia una perdita di tempo e troppo doloroso da sopportare – e sì, potrebbero decidere di rimuovere l’impianto o tentare di toglierlo da soli.

Un impianto di naltrexone non dovrebbe essere considerato una soluzione alla dipendenza da solo. Questo è il motivo per cui poniamo grande enfasi sul trattamento di riabilitazione della dipendenza, sul monitoraggio continuo e sull’assistenza successiva.

Cosa può essere usato per trattare il naltrexone

Il naltrexone è utile per aiutare il recupero da qualsiasi dipendenza da droghe a base di oppiacei e nel trattamento del consumo moderato o grave di alcol. Funziona sul cervello invertendo gli effetti degli oppiacei e degli oppioidi in modo che la persona non possa sballarsi.

Poiché il naltrexone inverte gli effetti delle droghe oppiacee, può essere usato solo dopo che una disintossicazione completa è stata completata e l’individuo è libero dall’alcol e da tutte le droghe e farmaci a base di oppiacei. Usare il naltrexone prima di una disintossicazione manderà un individuo in astinenza immediata, questo può essere ingestibile e pericoloso.

Il naltrexone riduce anche il desiderio di droga e di alcol. Questo combinato con il fatto che impedisce all’individuo di sballarsi agisce come un deterrente sostanziale alla ricaduta.

Naltrexone può essere utile per aiutare il recupero da qualsiasi dipendenza/dipendenza da oppioidi, comprese le seguenti droghe comunemente abusate:

  • Eroina
  • Metadone
  • Oxycontin/Oxycodone
  • Cocodamolo
  • Tramadolo
  • Morfina

E’ giusto avere un aiuto nel recupero

Alcuni alcolisti e tossicodipendenti in recupero della vecchia scuola sosterranno senza dubbio che l’uso del naltrexone è “barare” e non favorisce il “vero” recupero. Riteniamo che questa opinione possa essere dannosa e possibilmente dissuadere certi individui che beneficerebbero dal provare il naltrexone.

Il primo passo nel recupero da qualsiasi dipendenza da sostanze è l’astinenza, e questo è ciò che il naltrexone assiste. Un individuo in recupero ha molte meno probabilità di ricadere con un impianto di naltrexone montato – Sarebbe piuttosto inutile e potrebbe anche essere pericoloso.

Alcuni individui dipendenti combattono continuamente con l’ossessione di usare droghe e alcol, anche se queste stesse cose hanno distrutto le loro vite e le loro relazioni. Questa è purtroppo la natura della dipendenza e il motivo per cui c’è un così alto tasso di ricaduta del 40-60 per cento tra coloro che passano attraverso il trattamento.

Tutto ciò che aiuta a prevenire un individuo dal prendere il primo drink o droga dovrebbe essere considerato prezioso. La combinazione del naltrexone con un solido programma di recupero e una terapia permette all’individuo di cambiare e crescere senza la preoccupazione di una ricaduta. Inoltre rassicura la famiglia e i suoi cari.

Se tu o una persona cara state pensando di farvi inserire un impianto di naltrexone, assicuratevi di rivolgervi a un professionista qualificato. Per ulteriori informazioni sull’accesso al trattamento con naltrexone, chiamaci e parla Detox Plus UK oggi stesso.

.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.