Cluttering

Gli obiettivi comuni del trattamento per il cluttering includono il rallentamento del ritmo del discorso, l’intensificazione del monitoraggio, l’uso di un’articolazione chiara, l’uso di un linguaggio accettabile e organizzato, l’interazione con gli ascoltatori, il parlare naturale e la riduzione delle disfluenze eccessive.

Rallentare il ritmo del discorso può aiutare molti dei sintomi del cluttering, e può essere ottenuto in un paio di modi diversi, anche se è molto importante che i patologi del linguaggio non assillino i loro clienti a “rallentare” incessantemente, in quanto questo non aiuta e può effettivamente ostacolare il progresso. Inoltre, è importante ricordare che la velocità del discorso spesso aumenta quando l’eccitazione emotiva o lo stress aumentano. Invece di costanti richiami verbali, i clinici possono usare una combinazione di feedback uditivo ritardato (DAF), dando “biglietti di accelerazione” (promemoria scritti per rallentare il discorso), o registrando il discorso e facendolo trascrivere ai clienti, scrivendo dove c’è bisogno di spazi e pause.

Molte persone che ingombrano sono incapaci o non vogliono pensare al loro discorso, in particolare nel discorso casuale. Le strategie per rallentare il discorso richiedono tutte un attento monitoraggio del discorso, il che può essere molto difficile per chi è disordinato. L’immaginazione e l’attenta osservazione sono usate per aumentare il monitoraggio. Per esempio, si può chiedere a un adulto disordinato di visualizzarsi mentre parla lentamente e chiaramente prima di parlare davvero. Inoltre, le registrazioni video e audio possono essere utilizzate per mostrare a chi è disordinato dove la comunicazione inizia ad interrompersi nel suo discorso.

In generale, rallentare il ritmo del discorso e/o monitorare il discorso in modo più efficace dovrebbe portare a un’articolazione più chiara. Tuttavia, se non lo fanno, è necessario un trattamento aggiuntivo. Queste strategie di trattamento dell’articolazione includono la pratica di brevi frasi con un discorso “sovra-articolato”, innaturale ma tecnicamente corretto. Leggere parole multisillabiche e concentrarsi sull’inclusione di ogni suono è un’altra strategia per migliorare l’articolazione.

Alcuni individui che ingombrano avranno bisogno di aiuto per imparare a raccontare storie in modo logico e sequenziale. Questo può essere aiutato imparando come iniziare le narrazioni con frasi semplici e brevi, e costruendo lentamente quelle più lunghe e complesse. Inoltre, i clinici possono trascrivere i discorsi disordinati ai clienti per mostrare loro le interruzioni e le divagazioni, e poi chiedere loro di dichiarare solo le informazioni necessarie e più importanti nell’enunciato.

Altre strategie che possono aiutare le persone che parlano in modo disordinato includono il controllo, assicurandosi che abbiano capito tutti gli spunti non verbali o i turni nella conversazione, imitando i modelli clinici del discorso per migliorare il discorso naturale, e trattando qualsiasi balbuzie che può essere co-occorrente con il disordine. I due sono disturbi separati, ma molte persone che balbettano sono anche balbuzienti.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.